Tutti gli articoli su willem dafoe

Antichrist

Scritto da: il 24.05.09 — 529 Commenti
Contestato (non a ragione, possiamo dire ora) a Cannes, finalmente l'ultimo lavoro di Lars Von Trier (di cui qualche tempo fa avevo postato il trailer) è arrivato nelle nostre sale. E il regista danese non si smentisce, ancora una volta. Nel rallegrarci per il conferimento del premio come Miglior Attrice alla bravissima Charlotte Gainsbourg, proviamo a rendere conto, seppure sommariamente, di un'opera così bella e altrettanto poco digeribile (quantomeno per lo spettatore "medio"). Von Trier mescola sapientemenente, nel suo calderone, pseudo-psicodramma, splatter, animismo, sesso, Medioevo, animali parlanti e un'introspezione coraggiosa. Poco pregio hanno, a nostro avviso, le accuse di misoginia mosse da più parti. La pellicola è solida, dal ritmo impopolare, suddivisa (espediente già utilizzato dal cineasta) in un prologo, quattro capitoli e un epilogo, e scandita dalle fasi di una particolarissima "elaborazione del lutto". La camera non inquadra mai in maniera "pulita", stazionando costantemente vicino ai volti dei protagonisti, acuendo ancora di più, la sensazione di ansia. Un must per i cultori di Von Trier; chi non lo ama, non inizierà a farlo da questo film.
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple