Tutti gli articoli su philip glass

Koyaanisqatsi

Scritto da: il 13.06.09 — 54 Commenti
Koyaanisqatsi è un film-documentario (non è semplicissimo definirlo, in effetti) del 1982, diretto dall'americano Godfrey Reggio. E, per essere un debutto, davvero non c'è male. Il termine che dà il titolo al film, in lingua Hopi significa "vita in tumulto". Il sottotitolo americano dell'opera è infatti Life Out of Balance. Scordatevi trame da cardiopalma e inseguimenti mozzafiato, ovviamente. L'opera di Reggio, primo episodio di una trilogia che comprende anche Powaqqatsi (1988) e Naqoyqatsi (2002), è il tripudio della contettualità: alla base una riflessione stringente riguardante l'impatto dell'essere umano sull'ambiente, esplicitata in un compendio di immagini e musica. Alla imponente apertura sui canyon, si sostituiscono man mano le opere dell'uomo, come ferite aperte nella natura. Scivoliamo tra le immagini che si susseguono fino ad osservare la vita frenetica di città. Il cineasta "gioca" incessantemente col fattore velocità nelle scene. Ne deriva una progressiva accumulazione visiva che tende al psichedelico. Philip Glass accompagna le immagini con le sue musiche raffinate, minimaliste, efficacissime nel fare da contrappunto alle immagini potentemente evocative di Godfrey Reggio. A seguire, il trailer e alcune scene tratte dal film: [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=PirH8PADDgQ[/youtube] [youtube]http://www.youtube.com/watch?v=rPY6jTiCMh8[/youtube]
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple