Tutti gli articoli su dave eggers

Nel paese delle creature selvagge

Scritto da: il 10.11.09 — 783 Commenti
Certe volte, quando ci si appresta a vedere un film, un po' c'è da fidarsi. In questo caso, sapere che alla regia c'è Spike Jonze e uno degli sceneggiatori (oltre a Jonze stesso) è Dave Eggers, mi bastava. E, in effetti, Nel paese delle creature selvagge non mi ha deluso. L'archetipo, se mi si passa il termine, è il volume scritto e illustrato da Maurice Sendak, oggi ottantenne, nel 1963; la storia è quella del piccolo e "vivace" Max che, dopo aver ricevuto un duro rimprovero dalla madre, fugge di casa. Giungerà, su un'imbarcazione di fortuna, ad un mondo particolarissimo, in cui strane creature grandi grosse e pelose lo eleggeranno re. Jonze ed Eggers mettono su, da una matrice certamente interessante, una bella sceneggiatura. La pellicola esprime in pieno la capacità di creare significati godibili sia dai più giovani che da quelli "più avanti con l'età". Max, nel nuovo mondo, del quale diventa il governatore supremo, è un personaggio che crea con le parole: è forse questo il messaggio più sinceramente gioioso e letterario che si possa trarre dall'opera. Le strane creature con cui il ragazzino si trova a confronto rappresentano tipizzazioni delle sue paure, da affrontare e superare. Da accettare. La regia asseconda tutto questo, senza mai allontanarsi troppo dallo spirito di accessibilità ad un pubblico cinematograficamente (e "tecnicamente") meno smaliziato, quale quello principale a cui l'opera si rivolge, ma offrendo allo stesso tempo interessantissimi spunti, sia tecnici che contenutistici.
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple